Sanremo 2020: la conferenza stampa conclusiva LIVE

Conferenza stampa conclusiva della settantesima edizione del Festival di Sanremo. Al Roof sono presenti Amadeus, Stefano Coletta, direttore di Rai1,  Claudio Fasulo, vicedirettore di Rai1,  Antonio Marano, presidente di Rai pubblicità, Elena Capparelli. direttore Rai Play, Claudio Biancheri, sindaco di Sanremo.

Alberto Biancheri, sindaco di Sanremo è il primo a prendere la parola: sono orgoglioso di come la città ha affrontato il Festival, tutti hanno accolto con entusiasmo questo grande evento. Ci sono state tante novità, come il palco in piazza Colombo. Un grande successo e siamo felici della grande sinergia con la Rai. Sanremo poi è tornata ad essere la città dei fiori.  Durante le cinque serate Amadeus ha consegnato 137 bouquet di fiori.

Stefano Coletta: dobbiamo tornare al 1999 per avere una media complessiva superiore al 54%. Parliamo quindi del  record del millennio. Ieri abbiamo chiuso con il 60,6%. Grazie ad Amadeus, a Fiorello per essersi messo in gioco e per la sua generosità nei confronti di Rai. Fiorello gioca in casa, sul palco improvvisa ed è straordinario. La vittoria spetta a loro, a Tiziano Ferro, a tutta la squadra, tutti hanno espresso passione giorno per giorno. Ringrazio tutti i settori coinvolti, in sinergia con Rai Pubblicità. Parliamo dell’edizione dei record per gli individui giovanissimi, dai 15 ai 24 anni hanno superato il 60 per cento. Non accadeva da oltre 20 anni. E poi c’è stata una grande quota di pubblico laureato. E’ tornata una fetta di persone che si era allontanata e che ha accolto questo grande family show. Un Sanremo di autenticità e delle grandi e piccole cose. Abbiamo raccontato la nostra quotidianità. Tutti si sono sentiti rappresentati. Il picco è stato di 15 milioni 367.000, con lo sketch Fiorello Amadeus dopo aver cantato Un mondo d’amore. Per quanto riguarda lo share il picco è stato registrato con la standing ovation a Fiorello.

Arriva il momento di Amadeus: questa è la mattina più difficile, i pensieri se ne vanno, la mente si svuota. Sono l’uomo più felice del mondo, ho realizzato un sogno. Tutto quello che è accaduto, nel bene e nel male, desideravo farlo da agosto. Una scommessa, con una grande responsabilità. Il numero 70 ti impone di fare qualcosa di diverso dal solito. L’azienda mi ha dato grande fiducia, ho lavorato con onestà, sincerità, portando quello che pensavo potesse essere giusto. Mi assumo la responsabilità di tutto e questo l’avevo già detto prima di questa settimana. Ringrazio tutti, dall’amministratore delegato Rai Salini al direttore Coletta, che mi ha dato completa libertà. Delle polemiche non voglio più parlare. Ringrazio il pubblico che come sempre è sovrano. Mi sono concentrato solo sul Festival. Mi terrò tutto nel cuore, solo se vivi certe emozioni le capisci, per chi fa questo mestiere  è la cosa più bella in assoluto. Grazie ai cantanti e agli ospiti  che si sono presentati con energia, tutti hanno fatto squadra e gruppo. Grazie a Tiziano Ferro e a mio fratello Fiorello.Mi ha chiamato stamattina alle 8.30, era in galleria in autostrada, ha una energia incredibile, io sono andato a dormire alle 6.30. Sapevo solo cosa cantava, mai saputo cosa avesse intenzione di dire. Gli ho consegnato le chiavi dell’Ariston e mi ha preso in parola.

Applauso della sala stampa per Amadeus che si commuove.

Antonio Marano: è stata l’edizione dei record anche in termini pubblicitari. Rispetto ai 27 milioni della passata stagione, questa volta ne abbiamo raccolti ben 37. Grazie alla grande macchina Rai.

Claudio Fasulo: su Instagram c’è stato un incremento del 38 per cento rispetto a un anno fa. Grande successo anche per il Prima Festival, l’Altro  Festival e il Dietro Festival. Venendo alla gara per quanto riguarda i voti la sala stampa ha preferito Diodato, a seguire Gabbani e Pinguini. La demoscopica ha scelto Gabbani, poi Diodato e Pinguini. Il televoto ha premiato Gabbani con il 38%, i Pinguini con il 27 e Diodato con il 23.

Prende poi la parola Elena Capparelli che ha una lunga lista di ringraziamenti e descrive l’incremento, in termini numerici, di tutte le piattaforme Rai.

Iniziano le domande dei giornalisti presenti in sala stampa:

Amadeus: io sono una persona comune, ho empatia con il pubblico, loro sanno che io sono così. Domani torno ai Soliti Ignoti. Felice di tornare alla normalità da persona che ha fatto bene il proprio lavoro. Ringrazio Salini, Marano, Teresa De Santis, queste tre persone le ringrazierò sempre. Mi hanno chiamato il 2 agosto per questo mandato e spero siano orgogliose di me.

Stefano Coletta: Cattelan potrebbe essere innovativo per Rai, lo osserviamo, delle voci non ne so nulla. Parlo di mia impressione tecnica, è un profilo interessante, chi lo sa se può fare il caso di Rai1 o Rai2. Noi comunque a breve saremo direttori di genere.

Ancora Coletta: 24 cantanti in gara sono tanti. Questa era la settantesima edizione e quindi era giusto andare lunghi, sicuramente nelle prossime edizioni il format sarà accorciato, ma magari non più di tanto. Però ripeto sono contento di tutto.

AUTHOR

Antonio Tortolano

Nato a Cassino, ai piedi della celebre abbazia, sono cresciuto con la passione per lo sport e per il giornalismo. Roma prima e Milano poi mi hanno accolto per farmi compiere il salto di qualità. Lavorare in tv e per la carta stampata non mi bastava più e allora dal pallino per la rete ecco nascere lospaccatv, megamusic e lamiaradio, tre magazine online di cui vado fiero...

Leggi tutti i post di Antonio Tortolano

Potrebbe interessarti anche...

Casa Sanremo: tutti i numer...

Anche quest’anno grandi numeri, eventi e persona...

Sanremo 2020: oltre 2 milio...

Grande successo anche su Twitter per questa edizio...

Sanremo 2020: la scaletta d...

Dopo le mille polemiche, le dirette infinite, lo s...

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter!