Hell’s Kitchen: il trionfo di Carlotta nella finale più vista

Al termine di un’avventura durata otto intense settimane, si è conclusa ieri la terza edizione di Hell’s Kitchen Italia, il più adrenalinico e spietato cooking show della tv, guidato da Carlo Cracco.
E ad essere proclamata vincitrice del programma è stata Carlotta Delicato, ventunenne di Atina, nel Cassinate che ha sviluppato la passione per la cucina già all’età di 13 anni trascorrendo molto tempo insieme alla zia. Da poco più di un anno è capo cuoco nel ristorante che ha aperto e gestisce con il suo fidanzato.
Al secondo posto si è piazzato Guglielmo, mentre il gradino più basso del podio è occupato da Kristian. Quarta, infine, si è classificata Amalia.

Quando ha fatto il suo ingresso a Hell’s Kitchen Carlotta era spaesata, perché non era abituata a lavorare in una cucina così grande. All’inizio del suo percorso ha fatto fatica a emergere dalla brigata rossa e aveva mal digerito il cambio di squadra voluto dallo chef. Ed è stato proprio a questo punto, quando sembrava aver toccato il suo punto più basso, che Carlotta ha incominciato a venir fuori mostrando il suo carattere forte, volitivo e determinato, oltre a delle ottime doti culinarie. Si è guadagnata così, prova dopo prova e servizio dopo servizio, il rispetto dei suoi compagni e la considerazione dello chef e l’approdo alla sfida finale, dove ha trionfato portandosi a casa l’ambito riconoscimento, ossia il titolo di Executive Chef presso il ristorante “Il Giardino” del Marriott Venice Resort & Spa presso l’Isola delle Rose a Venezia.

carloti

«Era la finale che volevo, perché Guglielmo mi ha aiutato tanto e, alla fine, l’allieva ha superato il maestro», queste le prime parole da vincitrice di Carlotta dopo la finalissima. «La differenza l’ha fatta la creatività – ha proseguito Carlotta -, il mio essere “ringhioso” e la mia voglia di vincere. Ripensando a quando sono entrata, è cambiato un po’ tutto: è cambiato il mio modo di vedere la cucina, i miei sapori e sono cambiata io». E alla domanda su quale sia stato l’esperienza più bella di tutta l’edizione, Carlotta non ha dubbi: «l’incontro con lo Chef Massimo Bottura è stato il mio punto di svolta. Grazie a lui ho cucinato una cosa che non avrei mai pensato di cucinare, ma soprattutto mi ha dato la responsabilità del suo piatto».

La terza edizione di Hell’s Kitchen si è chiusa con ascolti da record: gli ultimi due episodi, in onda ieri su Sky Uno/+1 HD e su Sky On Demand, sono stati seguiti in media da 544.466 spettatori* (+18% rispetto alle stesse puntata della scorsa stagione). In particolare, il quindicesimo episodio, ha avuto un ascolto complessivo di 535.299 spettatori medi, mentre il sedicesimo episodio ha raccolto davanti alla tv 553.632 spettatori medi complessivi, risultando essere la puntata finale più vista di sempre nella storia del programma.

Continuano i casting per la nuova stagione di Hell’s Kitchen Italia, che è stato confermato anche due nuove edizioni. Per partecipare basta chiamare il numero 0423-402020 o compilare il form disponibile su hellskitchen.sky.it/casting.

carlocr

AUTHOR

Antonio Tortolano

Nato a Cassino, ai piedi della celebre abbazia, sono cresciuto con la passione per lo sport e per il giornalismo. Roma prima e Milano poi mi hanno accolto per farmi compiere il salto di qualità. Lavorare in tv e per la carta stampata non mi bastava più e allora dal pallino per la rete ecco nascere lospaccatv e megamusic, due webzine che mi hanno aperto anche al mondo del social media marketing…

Leggi tutti i post di Antonio Tortolano

Potrebbe interessarti anche...

NBA: accordo con Sky rinnov...

La National Basketball Association (NBA) e Sky Ita...

Hell’s Kitchen: nella...

Sei agguerriti semifinalisti per cinque giacche ne...

X Factor: da giovedì parto...

Con gli Home Visit si chiude la fase di selezione ...

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter!