Ennio Doris si racconta al Teatro San Babila

Sarà un Ennio Doris inedito quello che la sera del 5 dicembre  parlerà dal Palco del Teatro san Babila a Milano.

Sollecitato dal presidente del Club Santa Chiara Marco Palmisano che organizza l’evento, il fondatore del Gruppo Mediolanum ha infatti deciso di trascorrere una intera serata con oltre 500 selezionati ospiti a parlare “delle cose della vita che veramente contano…” come ama chiamarle lui..

Nel dialogo con Palmisano verranno così affrontate le tematiche esistenziali legate a lavoro, tradizione e identità, valori che il giovane Doris apprende dapprima in famiglia e poi in parrocchia, fino a diventare un giovane manager della finanza che non scorda mai però i precetti e i comandamenti della sana dottrina cattolica imparata da ragazzo a Tombolo.

La serata si annuncia allegra e interessante con un Doris in vena d’inediti e sarà corredata da molti video oltre che animata da Bruco Gospel, miglior gruppo di Lombardia del genere.

In conclusione, il presidente del Club santa Chiara, Marco Palmisano annuncerà la nascita della nuova formazione sociale denominata “Laici e cristiani” che nasce in tutta Italia con lo scopo di documentare i valori cristiani nel mondo del lavoro con particolare riferimento ai giovani.

AUTHOR

Antonio Tortolano

Nato a Cassino, ai piedi della celebre abbazia, sono cresciuto con la passione per lo sport e per il giornalismo. Roma prima e Milano poi mi hanno accolto per farmi compiere il salto di qualità. Lavorare in tv e per la carta stampata non mi bastava più e allora dal pallino per la rete ecco nascere lospaccatv e megamusic, due webzine che mi hanno aperto anche al mondo del social media marketing…

Leggi tutti i post di Antonio Tortolano

Potrebbe interessarti anche...

Enrico Montesano torna al S...

Ancora un’amata maschera romana per il mattatore...

Il Franco Cacciatore: su Me...

Oggi  alle ore 20, live dalla Scala di Milano v...

Enricomincio da me Unplugge...

Si aggiungono ancora nuove date alla tournée teat...

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter!