Un pugno di sabbia: il nuovo corto di Salvo Bonaffini

Sarà presentato il 14 marzo nella bella cornice dell’Accademia delle Belle Arti di Reggio Calabria “Un pugno di sabbia”, cortometraggio tratto da una storia vera e prodotto dall’associazione “Fuori dal recinto” e il contributo della stessa accademia per la regia di Salvo Bonaffini. Il corto, che parla di una tematica delicata come quella delle persone che scoprono di avere un cancro, è stato ambientato tra Reggio Calabria, Villa San Giovanni e Chianalea di Scilla.

“Il regista siciliano ha voluto trattare la tematica sociale del tumore, malattia che oggi, senza preavviso, bussa alla porta di ognuno di noi che, o di prima persona o per un parente, un amico, un caro, ci porta ad affrontare una lotta che non sempre ha esiti positivi. Occorre trovare grande coraggio per noi stessi, ma soprattutto per la persona che scopre di ritrovarsi in una simile situazione a dover lottare contro questo male che ogni giorno ci porta via qualcuno. C’è l’amore verso i propri genitori, i valori che oggi giorno non esistono più che vengono riscoperti e poi assistiamo al cambiamento di un uomo, dal momento in cui viene a scoprire di essere stato colpito da questo male“.

Queste le parole della giovane attrice Sara Dall’Olio che nel corto interpreta un’infiermiera, molto vicina al protagonista Benedetto lo Monaco.

cort

Il cast è costituito da attori calabresi e siciliani tra cui Benedetto Lomonaco, Alberto Molonia, Cettina Crupi, Max Barresi, Marco Mauro, Antonino Sgro’, Donatella Prestipino, Sara Dall’Olio, Danila Logoteta, Giuseppe Mandica ed i piccoli attori, alla prima esperienza cinematografica, Francesca e Filippo Gatto e Carla Surace, seguiti e supportati da dieci stagisti dell’Accademia delle Belle Arti, coinvolti non solo dal punto di vista professionale ma anche umano.

Tutto il cast è  affiancato dall’aiuto regista Francesco Sgro’, professore dell’Accademia e dal dottor De Gregorio, entrambi presenti sul set. Le musiche sono state affidate al bravo Alessandro Bagnato e le riprese di montaggio audio e video a Patrizio Celano e Fabio Manganaro.

Il regista Bonaffini – continua Sara Dall’Olio – che ha trattato un tema sociale in un corto di forte impatto, ha voluto effettuare le riprese in Calabria e, non per raccontarla in tematiche di ‘ndrangheta e mafia, così come accade quasi sempre per la vicina Sicilia, ma per esaltare i meravigliosi luoghi di una terra da amare e di persone che non sempre hanno pistole da usare, ma certamente un cuore per farla vivere  e tutti noi ci abbiamo messo l’anima in questo lavoro che sarà presentato in molti festival”. 

Un pugno di sabbia sarà online il 19 marzo in occasione della Festa del papà.

AUTHOR

Antonio Tortolano

Nato a Cassino, ai piedi della celebre abbazia, sono cresciuto con la passione per lo sport e per il giornalismo. Roma prima e Milano poi mi hanno accolto per farmi compiere il salto di qualità. Lavorare in tv e per la carta stampata non mi bastava più e allora dal pallino per la rete ecco nascere lospaccatv e megamusic, due webzine che mi hanno aperto anche al mondo del social media marketing…

Leggi tutti i post di Antonio Tortolano

Potrebbe interessarti anche...

Luigino: a Cesenatico la pr...

Il 12 marzo (ore 21) al Palazzo del Turismo di Ces...

Enrico Montesano torna al S...

Ancora un’amata maschera romana per il mattatore...

Il Franco Cacciatore: su Me...

Oggi  alle ore 20, live dalla Scala di Milano v...

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter!